They are going to kill the whole wolf pack

shutterstock-690889336_988304_20191004110702

Uccideranno l’intero branco di lupi        (english text see below)

Verso l’abbattimento di quattro giovani lupi nei Grigioni: a breve l’Ufficio cantonale per la caccia e la pesca (UCP) interverrà per regolare la popolazione dei predatori della zona del Piz Beverin, sopra Thusis.

L’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) ha rilasciato l’autorizzazione per l’uccisione degli animali, hanno indicato oggi le autorità grigionesi.

La scorsa estate nella regione dell’Heinzenberg (tra Thusis e Rothenbrunnen) e nella valle di Safien, all’interno dell’area abituale di attività del branco del Beverin, sono state sbranate almeno 15 capre appartenenti a greggi protette mediante corrispondenti misure. È stata così superata, indica l’UCP, la soglia che permette di classificare come problematico il comportamento di questo branco di lupi. Fondandosi sulle basi legali, il cantone ha pertanto intrapreso i passi necessari per la regolazione dell’effettivo.

I campioni di Dna hanno permesso di identificare il maschio M92, padre della cucciolata che ha dato origine al gruppo, quale autore degli attacchi. Di questo esemplare si era già parlato lo scorso anno, quando sull’alpe Stuzt, sopra Splügen, erano state sbranate un gran numero di pecore. Questo lupo ha ora iniziato ad attaccare animali facenti parte di greggi protette e a trasmettere questo comportamento ai suoi discendenti.

Il permesso per la regolazione dell’effettivo di lupi è limitato all’areale abituale di attività nella zona del Piz Beverin. Gli abbattimenti dovranno avvenire entro il 31 marzo 2020.

Nelle scorse settimane l’UCP si è preparato a questo intervento. È necessario procedere a breve, si spiega nella nota stampa, per riuscire ancora a distinguere i genitori dagli altri lupi. Il piano è di abbattere gli animali all’interno del branco, in modo da ottenere un effetto di disturbo supplementare. Dato che nel frattempo il branco è diventato estremamente mobile, trattenendosi nello stesso luogo solo per breve tempo, si stima che non sarà facile raggiungere gli obiettivi prefissati.

Da parte delle autorità cantonali si esprime soddisfazione perché i modelli relativi allo sviluppo della popolazione di lupi nei Grigioni allestiti dall’UCP dopo l’individuazione del primo branco sul Calanda nel 2012 si sono rivelati corretti. Già allora era stata prevista la formazione di ulteriori branchi.

(c) CdT (Corriere del Ticino)

Towards the killing of four young wolves in Graubünden (Switzerland): soon the cantonal office for hunting and fishing (UCP) will intervene to regulate the predator population in the Piz Beverin area above Thusis.
The Federal Office for the Environment (FOEN) has issued the authorization for the killing of animals, the Grisons authorities have indicated today.
Last summer in the Heinzenberg region (between Thusis and Rothenbrunnen) and in the Safien valley, at least 15 goats belonging to protected herds were maimed within the usual area of activity of the Beverin herd using corresponding measures. The threshold that allows the behavior of this wolf pack to be classified as problematic has thus been overcome. Based on the legal bases, the canton has therefore taken the necessary steps to regulate membership.
The DNA samples allowed to identify the male M92, father of the litter that gave rise to the group, as the author of the attacks. This specimen was already talked about last year, when a large number of sheep had been mauled on the Stuzt alp above Splügen. This wolf has now begun to attack animals belonging to protected flocks and to transmit this behavior to its descendants.
The wolves’ membership adjustment permit is limited to the usual area of activity in the Piz Beverin area. The slaughter must take place by 31 March 2020.
In recent weeks, the UCP prepared for this intervention. It is necessary to proceed shortly, it is explained in the press release, in order to still be able to distinguish the parents from the other wolves. The plan is to break down the animals within the herd, in order to obtain an additional disturbing effect. Given that in the meantime the pack has become extremely mobile, staying in the same place only for a short time, it is estimated that it will not be easy to achieve the set goals.
On the part of the cantonal authorities, satisfaction is expressed because the models relating to the development of the wolf population in Graubünden set up by the UCP after the identification of the first pack on the Calanda in 2012 have proved to be correct. Even then, further packs had been set up.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...